ANIMAZIONE DEL PENSIERO DI FRANCESCO: BENE LA LETTURA DELLA “LAUDATO SI’”

 

 

Tullio Pagano

Interessante la rielaborazione compiuta sulla Laudato Si' e proposta nei giorni scorsi sulle pagine del Domani.
Davvero un valido sforzo di analisi e sintesi secondo le tre dimensioni - la rivoluzionaria, la contemplativa e la pastorale - al cui centro vi è la persona umana, tutti e ciascuno, compendiati "in un'unica straordinaria visione", come ben sottolineato in premessa.

Complimenti per l'iniziativa e per i risultati finora raggiunti.
I 246 punti dell'Enciclica offrono un enorme arcobaleno di spunti di riflessione e di cambiamento, a livello individuale, comunitario.
L'obiettivo non può certamente esaurirsi in una traduzione, seppur essa stessa utile, in programma d'azione.

Occorrerebbe invece portare avanti una paziente iniziativa di animazione culturale sul "Francesco pensiero", che presenta evidentemente un grande potenziale politico - nel senso più lato e nobile del termine - finora praticamente sprecato.

Ci vorrebbe un messaggio di sveglia per le tante sensibilità divenute apatiche e le diverse intelligenze nascoste, perchè sfiduciate o semplicemente impigrite.

Ci vorrebbe un motivo, fondato e credibile, per creare una aggregazione trasversale attorno ai temi autenticamente evangelici di cui la città, il mondo, hanno vitale bisogno.

Consapevoli che, come sottolineato nel recente libro-intervista di Andrea Riccardi "Tutto può cambiare", le aspirazioni più alte richiedono ispirazioni profonde, da alimentare con la preghiera e da realizzare insieme, trovando nuove ragioni di impegno e ottimismo.

[Intervento ripreso dalla pagina Fb de “Il Domani d’Italia”]