AVIANO E FELTRI: LE OPPOSTE SICUREZZE SUI MIGRANTI E IL LORO DRAMMA

Autore/i: 
Beati loro che hanno capito tutto, ma dei Saviano e dei Feltri non se può più. In mare non ci sono confini netti, meno che mai tra il bene e il male. Invece Saviano si schiera subito con le ONG, che fanno il bene e Feltri, manco a dirlo, contro le ONG, trafficanti e amici di trafficanti, in ogni caso organizzazioni che favoriscono l'immigrazione nel nostro Paese, dunque malvagie. 
 
Il buon senso porterebbe a pensare che tra missioni condotte a fin di bene (impedire che gli annegati diventino un'ecatombe) e azioni  concrete di soccorso, ci si possa trovare ad avere contatti con chi smerci persone e rischi di  perdere il "carico". Così succede che si porti un aiuto sacrosanto, ma che, contemporaneamente, si commetta un illecito favorendo oggettivamente l'orrendo traffico. Situazione complessa, difficile, che suggerirebbe una maggiore capacità di assumere tutti i punti di vista dei soggetti coinvolti, compreso quello dello Stato che non può non intervenire in una situazione piena di nebbie e dopo che di qualche episodio si stia interessando la magistratura. 
 
Che questa capacità di capire la complessità non sia nelle corde di V. Feltri non desta meraviglia. La desta, invece, la manichea e infantile sicumera di Saviano.
 
(Dal profilo fb dell'autore)