A Bolzano la Provincia acquisisce le case cantoniere dell’Anas

 

 

La Provincia di Bolzano nel 1998 ha acquisito dallo Stato le competenze su tutta la rete delle strade statali presenti sul territorio altoatesino e nella relativa norma di attuazione era previsto che l’Anas consegnasse all’Amministrazione provinciale anche i cosiddetti beni strumentali. Tra questi anche molte case cantoniere, il cui iter burocratico, nel tempo, non era mai stato completato.

A questo riguardo proprio ieri è stato sottoscritto l’accordo che sancisce, in via definitiva, il passaggio di 24 case cantoniere, ora a tutti gli effetti di proprietà della Provincia. L’Ufficio amministrativo locale strade, si occuperà di stimarne il valore e di stabilire il trasferimento delle stesse case cantoniere ai Comuni in presenza di proposte e modalità di utilizzo. A sottoscrivere l’accordo presso la sede di Palazzo Widmann sono stati  il presidente Arno Kompatscher, la direttrice regionale dell’Agenzia del Demanio, Rosalia Cannada Bartoli, e il dirigente di Anas, Francesco Pisicchio. I beni strumentali oggetto dell’intesa sono 41 tra case cantoniere e varie altre infrastrutture.