Demos, Sondaggi elettorali: Movimento 5 Stelle avanti di 2 punti sul Pd

Autore/i: 

 

La strategia del silenzio adottata da Matteo Renzi questa estate paga a metà.

A dirlo è l'ultimo sondaggio Demos.

I grillini, secondo il sondaggio, sarebbero davanti a tutti con il 28,1% con un balzo di 2 punti percentuali rispetto a giugno. I dem crescono di poco (0,5%) e subiscono il sorpasso ma rimangono sopra quota 25% (26,8%).
 
La sinistra che va da Bersani a Pisapia, complici le liti sulla linea da adottare con il Pd renziano, perde ovunque voti. Sinistra Italiana è in calo dello 0,5%  (ora al 2,4) così come Mdp (ora al 3,8%). Non sta bene nemmeno Campo Progressista dato al 2% in calo dello 0,3%.
Diversamente da altri istituti demoscopici che danno il centrodestra in ottima salute, Demos dà i principali partiti che fanno capo al trio Berlusconi, Salvini e Meloni, in leggera sofferenza. La Lega rimane la prima forza del centrodestra con il 13,6% (in calo dello 0,2). Forza Italia al 13,2% è quella che paga di più in termini elettorali (-1,2%). Fratelli d'Italia-An è l'unico partito in crescita, seppur di poco (+0,1%).

Il giudizio sul governo non subisce scossoni di rilievo: scende a quota 40% ma gode ancora del gradimento degli elettori Pd e del 63% dei militanti di sinistra. Cresce di tre punti percentuali la fiducia nei confronti del premier Paolo Gentiloni, ora al 49% (+4). 

 
Grande balzo in avanti di Luigi Di Maio (+9%) che va a conquistare il più basso gradino del podio dietro ad Emma Bonino. Matteo Renzi viene invece preceduto da Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Ed insidiato da un Marco Minniti in grande spolvero grazie alla riuscita del suo piano immigrazione.
Demos  ha voluto anche sondare le leadership nelle varie aree politiche. Qui nessuna sorpresa. A sinistra vince Matteo Renzi con il 41% del gradimento generale. A destra Matteo Salvini batte Silvio Berlusconi per 35 a 26. Tra i Cinque Stelle, Luigi Di Maio è leader incontrastato con il 59%.