Fabio Fucci graziato dalla Raggi

Autore/i: 

 

 

A Palazzo Valentini, sede dell'ente metropolitano, si è tenuta una riunione sul caso Fucci a cui ha partecipato anche la sindaca Virginia Raggi, che guida anche la Città Metropolitana (anche questa a maggioranza Cinque Stelle).

"Raggi non mi ha ritirato le deleghe, ad oggi resto vicesindaco della Città Metropolitana", dice Fucci, confermando che "c'è stato un dialogo sulla situazione, sono contento che ci siamo confrontati ma non posso dire di più".

Fucci ribadisce anche di non aver cambiato idea sulla volontà di ricandidarsi a sindaco di Pomezia anche se questo significherà rinunciare alla sua esperienza nel Movimento 5 Stelle. "Non ho cambiato idea. Al termine del mio mandato non potrò ricandidarmi con il M5S per un'interpretazione rigida del regolamento. Non potrò farlo quindi con loro, è il M5S che così si priva di un sindaco che ha fatto bene".

Sul punto d'altra parte era stato chiaro lo stesso Luigi Di Maio, che sul caso Fucci aveva detto: "Noi abbiamo due, tre regole e tra queste c'è la regola dei due mandati che non è in discussione". Il sindaco di Pomezia, aveva spiegato Di Maio, "non è in linea con il Movimento 5 stelle e quindi si autoesclude dal Movimento"