I Nanorobot che distruggono i tumori

Autore/i: 

 

 

I nanorobot, ottenuti ripiegando frammenti di Dna come origami, hanno viaggiato nell’organismo e ucciso i tumori per fame, chiudendo i vasi sanguigni che li nutrono.

I primi test condotti su topi e maiali, nei quali sono state riprodotte le forme umane dei tumori di seno, ovaie, polmoni e pelle, sono positivi come si legge nell’articolo pubblicato sulla rivista Nature Biotechnology: la ricerca è stata condotta in Cina, nel Centro nazionale per le nanoscienze (Ncnst).

I minuscoli robot sono un vero e proprio risultato di nanotecnologia, la sua grandezza, infatti è circa mille volte più piccola di un capello. Il prodotto sembra essere stato ampiamente efficace su tutti e quattro i tipi di tumore 

Il trattamento con i nanorobot è stato in grado di bloccare l’irrorazione sanguigna del tumore e ha generato un danno tissutale al tumore entro 24 ore dall’applicazione ma senza alcun effetto avverso sui tessuti sani. Dopo altre 24 ore, l’organismo umano è stato in gradi di degradare i minuscoli prodotti di nanotecnologia senza effetti rilevanti.