Il Virus Zika: potrebbe essere la nuova arma anti-cancro

Autore/i: 

 

 

Comincia una seconda vita per il virus Zika, che da temibile minaccia per la salute diventa una promessa per combattere i tumori del cervello. La sua capacità di uccidere le cellule progenitrici dei neuroni (causa delle anomalie osservate nello sviluppo dei feti) può essere sfruttata per eliminare le staminali impazzite che resistono a chemio e radioterapia alimentando il glioblastoma, la forma più comune di tumore al cervello che può portare alla morte entro due anni dalla diagnosi.

Chiaramente le ricerche sono ancora allo stadio inziale ma pare che il virus possa rappresentare la nuova arma contro il cancro al cervello. Gli scienziati lo hanno testato sia in vitro che su modello animale ottenendo buoni risultati. Prelevando alcune cellule del tumore e facendole replicare in provetta, Zika ha dimostrato di poter uccidere solo le cellule staminali del cancro, lasciando intatte quelle sane. Nei topi, invece, si è evidenziata una netta regressione del gliobastoma, il più temibile tumore al cervello.