Leuzzi vescovo di Teramo-Atri, Libanori e Ricciardi nuovi ausiliari della diocesi di Roma

 

 

(Roma Sette)

 

Monsignor Lorenzo Leuzzi vescovo di Teramo-Atri, padre Daniele Libanori e don Paolo Ricciardi nuovi ausiliari della diocesi di Roma. Le nomine di Papa Francesco sono state annunciate a mezzogiorno di oggi, giovedì 23 novembre, dall’arcivescovo Angelo De Donatis, vicario generale della diocesi, nell’Aula della Conciliazione del Palazzo Lateranense. Orario in cui la notizia è stata diffusa dalla Sala stampa della Santa Sede e in cui la prima nomina, quella di Leuzzi, è stata annunciata a Teramo. Nell’Aula della Conciliazione – dove l’annuncio è stato preceduto dalla preghiera dell’Ora media – erano presenti i vescovi ausiliari, i parroci prefetti, il personale del Vicariato.

Lorenzo Leuzzi, nato a Trani (Bari) 62 anni fa e destinato al Papa alla guida di una arcidiocesi con oltre 200mila abitanti, è stato per ben ventisei anni alla guida della pastorale universitaria diocesana. Dal 31 gennaio 2012 era ausiliare di Roma, delegato per la pastorale sanitaria, e dal 2010 rettore della chiesa di San Gregorio Nazianzeno a Montecitorio, la cappella della Camera dei deputati. Dopo gli studi liceali classici è entrato in Seminario e, come alunno dello Studio Teologico di Bari, ha conseguito il baccellierato in Teologia (1979), completando, poi, la formazione al sacerdozio al Pontificio Seminario Romano Maggiore. Si è laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Bari (1980), con specializzazione in Medicina Legale e delle assicurazioni presso l’Università Cattolica di Roma (1983). Ha conseguito la licenza in Diritto Canonico presso la Pontificia Università Lateranense (1983) e il dottorato in Teologia Morale presso la Pontificia Università Gregoriana (1985).

monsignor Leuzzi nominato vescovo di TeramoLeuzzi è stato ordinato sacerdote per la diocesi di Roma il 2 giugno 1984 dal cardinale Ugo Poletti nella cattedrale di Trani. Inizialmente in diocesi è stato assistente ecclesiastico all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, poi direttore della Congregazione Mariana di Maria Immacolata e della scuola di religione San Filippo Neri all’Esquilino; rettore della chiesa di San Filippo Neri all’Esquilino; membro della Commissione dell’Educazione cattolica, scuola e università nella Conferenza Episcopale Laziale. Dal 1993 è Cappellano di Sua Santità. Eletto vescovo titolare di Cittanova e ausiliare di Roma appunto nel 2012, ha ricevuto la consacrazione episcopale il 14 aprile successivo. Nella Cei è membro della Commissione episcopale per l’Educazione cattolica, la scuola e l’università nonché membro del Consiglio di Soprintendenza della Libreria Editrice Vaticana. È autore di numerose pubblicazioni di carattere culturale e teologico-pastorale.

Quanto ai due nuovi ausiliari di Roma, padre Daniele Libanori, cui è stata assegnata la sede titolare di Buruni, è nato a Ostellato, in provincia di Ferrara, il 27 maggio 1953 e appartiene alla Compagnia di Gesù. Ha compiuto il cammino di formazione al sacerdozio nel Seminario Arcivescovile di Ferrara a partire dal 1964. È stato ordinato presbitero l’11 giugno 1977 per l’arcidiocesi di Ferrara-Comacchio.

Padre Daniele Libanori, ausiliare diocesi di RomaLibanori, come sacerdote diocesano, è stato dal 1977 al 1983 viceparroco della parrocchia di Vigarano Mainarda. Fino al 1991 è stato alla guida della parrocchia Madonna dei Boschi e rettore del Seminario arcivescovile. Nel 1991 ha fatto il suo ingresso nella Compagnia di Gesù. Dal 1993 al 1997 è stato in servizio pastorale a L’Aquila presso il Collegio Universitario d’Abruzzo e la cappella universitaria. Poi per un anno è stato ministro della comunità di Posillipo e dal 1998 al 2003 ha svolto servizio pastorale presso la cappella dell’Università La Sapienza di Roma. Nel 2002 ha emesso i voti solenni. Dal 2003 al 2008 è stato vicerettore e dal 2008 al 2016 rettore della Chiesa del Gesù (Santissimo Nome di Gesù all’Argentina). Dopo essere stato per pochi mesi reggente della direzione nazionale dell’Apostolato della Preghiera, nel settembre del 2017 è stato nominato rettore della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami al Foro Romano, nuova “casa” dei sacerdoti della diocesi per iniziativa del vicario De Donatis, e membro del Servizio per la formazione permanente del clero. Ha conseguito la Licenza in Teologia dell’evangelizzazione presso lo Studio Teologico Bolognese e il dottorato in Teologia della Vita Cristiana presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale-sezione San Luigi. Ha curato edizioni di scritti di maestri spirituali e di profili di religiosi.

Don Paolo Ricciardi, ausiliare diocesi di RomaDon Paolo Ricciardi, romano, 49 anni, era finora parroco ad Acilia, a San Carlo di Sezze (dal 2015), dopo aver guidato per 12 anni la parrocchia di Santa Silvia al Portuense. Alunno del Pontificio Seminario Romano Maggiore, è stato ordinato presbitero il 2 maggio 1993 per la diocesi di Roma. Ha conseguito la licenza in Teologia Biblica presso la Pontificia Università Gregoriana. È stato assistente del Pontificio Seminario Romano Maggiore dal 1993 al 1998; viceparroco di Nostra Signora di Guadalupe a Monte Mario dal 1998 al 2003; addetto dell’Ufficio Catechistico diocesano dal 2001 al 2003; rappresentante del settore Ovest nel Consiglio presbiterale diocesano dal 2001 al 2007; parroco a Santa Silvia dal 2003 al 2015; segretario del Consiglio presbiterale dal 2011 al 2015. Dal 2012 è membro del Collegio dei Consultori.

L’ordinazione episcopale dei due nuovi ausiliari è in programma sabato 13 gennaio 2018 alle ore 17 nella basilica di San Giovanni in Laterano. È stato lo stesso vicario De Donatis a darne l’annuncio.