Milano e la mobilità ciclistica

Autore/i: 
 
 
Per fare il punto sulle politiche per la mobilità ciclistica in Italia e in Europa negli ultimi dieci anni, tra evoluzione e prospettive, FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta (www.fiab-onlus.it) e Comune di Milano organizzano nella mattinata di venerdì 18 maggio il convegno “La bicicletta ci salverà… e ci sta già salvando”.
 
L’appuntamento è a partire dalle 9.00 presso la Sala Alessi di Palazzo Marino – in piazza della Scala 2 a Milano – e l’iniziativa è promossa in ricordo di Gigi Riccardi, un “visionario concreto” della mobilità ciclistica nel nostro Paese, per raccontare anche un’Italia che sta cambiando modello di mobilità.
 
Dopo i saluti della vice sindaca della Città metropolitana di Milano Arianna Censi e della presidente di FIAB Giulietta Pagliaccio, il panel dei relatori e il ventaglio delle tematiche legate alla mobilità ciclistica in agenda, si preannuncia ricco e articolato.
 
Hep Monatzeder, sindaco di Monaco di Baviera dal 1996 al 2014, racconterà lo sviluppo della ciclabilità a Monaco, tra successi e criticità; mentre l’assessore alla mobilità del comune di Milano, Marco Granelli, illustrerà “Le politiche del comune di Milano a favore della ciclabilità”.
 
L’importante ruolo che hanno le amministrazioni locali viene ribadito nell’intervento “Il futuro della ciclabilità in Italia: Comuni Ciclabili”, con Alessandro Tursi (responsabile del progetto Comuni Ciclabili e vice presidente FIAB) che espone le buone pratiche e i diversi ambiti di intervento che hanno portato già 69 comuni a ricevere la bandiera gialla della ciclabilità italiana per il 2018. Tra questi anche Cesena, che ha ottenuto il punteggio massico con 5 bike smile sulla bandiera di Comune Ciclabile e che, durante il convegno milanese, condividerà l’esperienza delle “buone pratiche da città medio piccole”.
 
A raccontare la ciclabilità oltralpe è stato chiamato Manfred Neun, presidente WCA-World Cycling Alliance che parlerà di “Come sta la bici in Europa: trend e vision”; mentre per “Il futuro del cicloturismo” prenderà la parola Antonio Dalla Venezia, responsabile FIAB per il cicloturismo e aree extraurbane.

A pochi mesi dall’approvazione della Legge Quadro sulla Mobilità Ciclistica, il convegno milanese chiuderà proprio commentando le disposizioni approvate a fine 2017 dal Parlamento. Il sindaco di Bari Antonio Decaro, il primo firmatario della legge quadro, e il ministro uscente delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio sono stati invitati a partecipare.

E la bicicletta sarà protagonista a Milano anche nei giorni successivi. La città, infatti, ospita l’Assemblea Generale Annuale di ECF-European Cyclists’ Federation che per la prima volta si tiene in Italia. Patrocinato dal Comune di Milano l’evento riunirà, negli spazi dell’Acquario Civico, 70 delegati di tutte associazioni europee federate ECF, tra cui anche FIAB che è tra i soci fondatori e unico membro di ECF per l’Italia. Tema dell’Assemblea è “Vision 2030”, il futuro della mobilità ciclistica nel nostro continente.