Nasce a Siena il primo Centro in Europa di immunoterapia per la cura dei tumori

Autore/i: 

 

 

È la prima struttura in Europa interamente dedicata alla cura dei tumori con l’immunoterapia. Si chiama CIO, Centro di Immuno-Oncologia, a regime occuperà una superficie complessiva di circa 1.250 metri quadri. 

Spiega Michele Maio, direttore del Cio e dell'Unità Operativa Complessa di Immunoterapia Oncologica dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Senese :“L’immunoterapia sta realmente dando una svolta importante al trattamento medico del cancro, e si affianca, non necessariamente si sostituisce ai trattamenti tradizionali come la chemioterapia. In prospettiva credo che sia importante capire perchè non tutti i pazienti rispondono all’immunoterapia, dobbiamo lavorare per aumentare la percentuale di pazienti con un determinato tumore che reagisce al trattamento immunoterapico. Poi è ovvio che tutto quello che abbiamo a disposizione oggi cambierà ulteriormente nei prossimi due-tre anni perchè abbiamo molti nuovi farmaci immunoterapici, fra i quali ad esempio, i vaccini personalizzati”.

 Al Centro lavorano oltre 40 persone tra oncologi, infermieri, psico-oncologi e nutrizionisti. L'immunoterapia è oggi una realtà consolidata per il trattamento di alcuni tumori come il melanoma, il tumore del polmone e del rene in fase avanzata e gli studi hanno dimostrato come tale approccio terapeutico sia in grado di migliorare non solo la sopravvivenza a lungo termine, ma anche la qualità di vita dei pazienti.
    Oggi, però, c'è una grande sfida da vincere: "Il 50% dei pazienti risponde all'immunoterapia - afferma Maio -. Vogliamo capire perché nell'altra metà questo approccio non risulti efficace, con l'obiettivo di aumentare la percentuale di pazienti che risponde alla terapia immunologica".
    Il CIO collabora con le principali Istituzioni e network scientifici internazionali che si interessano di ricerca clinica e pre-clinica nell'ambito dell'immunoterapia ed è attiva la partnership con il Parker Institute for Cancer Immunotherapy di San Francisco (USA). La struttura è anche l'unico centro europeo coinvolto attivamente nel progetto TESLA, mirato a sviluppare vaccini personalizzati per la cura del cancro.