Ostia al voto, quanto prima, Rosy Bindi (Antimafia) candidata?

Autore/i: 

 

Rosy Bindi sarebbe la figura più qualificata a guidare la battaglia dei riformisti nel municipio di Ostia, sciolto due anni fa per infiltrazioni mafiose.

Capisco che la proposta possa suscitare sorpresa, perché in apparenza esorbitante e sproporzionata, ma rientra a pieno titolo in una tradizione da non trascurare: Marco Pannella, anni fa, accettò di guidare la circoscrizione del litorale e fece di quella esperienza una bandiera politica a livello nazionale.
D'altronde, aspettare con distrazione il ritorno prossimo alle urne non è una dimostrazione di accortezza e sensibilità politica.

Se chiedessimo, tutti insieme, a Rosy Bondi di assumere questo impegno elettorale - nel segno evidentemente del servizio alle istituzioni e alla città - potremmo dare prova di saper inventare "dal basso", ma investendo sull'autorevolezza, una prospettiva in grado di piegare la curva del populismo, contro il non governo dell'amministrazione Raggi.