Ripetizioni estive: il mercato (nero) in Italia è 800 milioni e altre cose utili da sapere

Nel 2017 sono aumentati gli studenti italiani rimandati a settembre, passati dal 22,3% del 2016 al 22,7% di quest’anno. Un esercito di ragazzi (circa 671mila, parliamo di scuole superiori) che in questi giorni stanno preparando gli esami di riparazione. Skuola.net ha però voluto approfondire il dato e, attraverso una web survey che ha coinvolto circa 1000 studenti che hanno preso uno o più debiti e ha scoperto che il 46% dei rimandati dovrà recuperare una sola materia, mentre il restante il 54% è stato valutato insufficiente in più di una materia. Già a giugno agi.it aveva raccontato i numeri forniti dal Miur e che dicono che il 42% degli studenti viene promosso con debiti e solo 1 su 4 li recupera. 
 
Ancora Skuola.net sostiene che il 51% dei ragazzi si è già affidato o si rivolgerà nelle prossime settimane a un insegnante privato mentre il 49% prenderà altre strade: "Circa i tre quarti  (73%) studieranno da soli, il 17% cercherà aiuto sfruttando le tante risorse presenti su Internet (siti web specializzati in appunti scolastici, forum, ecc.), mentre solo 1 su 10 si farà affiancare da un’altra persona nel ripasso (il 6% da un parente, il 4% da un amico)". I corsi di recupero nelle stesse scuole sono ormai finiti tra la fine di giugno e l'inizio di luglio. Non resta dunque che affidarsi alle ripetizioni scolastiche. 
 
Un mercato nero da oltre 800 milioni di euro
Un mercato che al 90% non viene dichiarato e che genera un giro d’affari che supera gli 800 milioni di euro, secondo la Fondazione Einaudi che nel 2016 ha presentato lo studio “Quanto vale il mercato nero delle ripetizioni scolastiche?”.
 
I due ricercatori, Lorenzo Castellani e Giacomo Bandini, hanno sottolineato che la metà degli studenti delle scuole superiori dichiara di avvalersi di ripetizioni private oltre l’orario scolastico, nonostante gli studenti italiani siano tra i più impegnati al mondo per tempo dedicato ai compiti, allo studio a casa e alle lezioni di recupero.