Si avvicinano i Mercatini di Natale, quale la scelta migliore?

Autore/i: 

 

 

Fino a qualche giorno fa si stava ancora a maniche corte, a godersi il bel tempo che regala l’autunno caldo di questi ultimi anni, ed ecco che, con le prime perturbazioni, ci si trova incanalati nell’inverno. Le giornate si sono accorciate ed eccoci a pensare alle festività natalizie di prossimo avvento. Poco meno di un mese, quindi, al ponte dell’immacolata e poco di più per il Natale. Normale, quindi, che il pensiero vada alla programmazione di questi giorni di festività. I mercatini di Natale sparsi nel mondo sono uno dei luoghi che più attraggono i viaggiatori in questo periodo. A tal proposito il sito di viaggi “Momondo” ha stilato una sorta di classifica dei più affascinanti Mercatini di Natale presenti nel mondo. A cominciare da quello di Stoccolma, nella piazza centrale Stortorget julmarknad, che si ripete fin dal 1837 ed è caratterizzato dalla presenza di 40 caratteristici chioschi rossi. Visitare questo mercatino accompagnati dal glögg, il classico vin brulé speziato, è una gran bella esperienza.

Da Stoccolma si passa alla meno famosa Sibiu, in Romania, dove nella Piata mare, Piazza Grande, vi sono una settantina di capanne con il meglio dell’artigianato locale da visitare. Assieme al classico vin brulé, il pan di zenzero e le castagne arrosto, ecco che si creano le migliori condizioni, che diventano l’optimum con la neve, che scende copiosa grazie alla vicinanza delle montagne della Transivania;qui la neve è quasi sempre ospite gradita rendendo l’ambiente una fiaba.

Dall’est Europa si passa al centro del nostro continente con la deliziosa Strasburgo; qui il  Christkindelsmärik, meglio conosciuto come Marché de l’Enfant Jésus, è uno dei più antichi nel vecchio continente, fin dal 1570. In questa particolare classifica c’è spazio pure per il continente americano con la città di Toronto; andare contro corrente nel Distillery District significa immergersi nelle luci scintillanti presenti nelle facciate delle vecchie fabbriche e delle casette di marzapane a grandezza naturale.

Se è decisamente troppo distante arrivare in Canada, allora non c’è che prendere l’iniziativa per rituffarsi nella vecchia e cara Europa. A Dresda, In Germania, e a Copenaghen, in Danimarca. A Dresda i 250 stand sono lì ad aspettare i visitatori, in una liturgia che va avanti da 600 anni deliziando grandi e piccini. In Danimarca, invece, c’è il parco di divertimento Tivoli, tra i più vecchi al mondo, dove si svolge  un mercatino che prende la gola di tutti coloro che amano le mandorle tostate. Una gioia tra i balocchi. In questa classifica vi è anche Mosca, perché il mercatino sulla Piazza Rossa è un qualcosa da far rimanere estasiati e soprattutto durerà fino a gennaio, seguendo il Natale ortodosso. Negli ultimi tre posti della top ten dei Mercatini di Natale proposta da Momondo, abbiamo Chicago, negli States, dove si è riprodotto un tipico mercatino tedesco, in tutto e per tutto; vi è l’austriaca Salisburgo, qui su di una collina si svolge un romantico mercatino dove si vende e si mangia di tutto; infine, il mercatino di Praga che in realtà è un insieme di tanti piccoli mercati che si raccordano uno con l’altro e dove si ha l’imbarazzo di decidere cosa vedere.

Insomma, una scelta articolata quella proposta dal sito Momondo che impone, in qualche maniera, una sfida nel capire quale Mercatino ci attrae di più e quale possa essere la prossima località da visitare. E se immaginassimo di scegliere una località italiana? Momondo parò I Mercatini di Natale di casa nostra meritano un capitolo a parte.