VACCINI: LORENZIN, LA POSIZIONE DI SALVINI E' QUELLA DI UN 'NO VAX'

Autore/i: 

 

 

 La posizione di Matteo Salvini e della Lega sul fronte vaccini è "chiaramente no-vax".

Per la responsabile della Salute, che avrebbe voluto "lasciare fuori dalla campagna elettorale" un tema come quello vaccinale, "dichiarare come fa Salvini 'io sono a favore dei vaccini' e poi parlare contro l'obbligo è una furbata, è la posizione tipica dei no vax".

E no-vax "lo è lui e lo sono i compagni di partito che al Senato, durante il dibattito sulla legge sull'obbligo, hanno sostenuto le peggiori tesi antiscientifiche, contro il mondo della scienza italiano e mondiale, portando dei falsi dati".

"La Lega ha fatto di questi punti antiscientifici una propria battaglia, ricordo che appoggiarono Stamina, e addirittura continuavano a proporre in Senato emendamenti per utilizzare il metodo in Veneto quando era già emerso che Vannoni era un truffatore, mi preoccupa che si continui a perseverare su questi punti da parte di chi si candida a governare l’Italia".

Secondo Lorenzin, è falso che il Veneto togliendo l'obbligo ha avuto ottimi risultati, come sostenuto dal leader della Lega. "Il Veneto - rimarca la ministra - ha fatto una propria normativa, ha speso risorse in campagne per le vaccinazioni ma in realtà non ha raggiunto risultati e stava sotto le soglie di sicurezza sia per l'esavalente sia per morbillo e rosolia".