Vaccini: in Veneto "fuorilegge" ancora 50mila bambini e ragazzi

Autore/i: 

 

 

In Veneto 50.000 bambini e ragazzi rimangono sotto la lente delle Ulss. Si tratta dei 21.000 che non hanno mai iniziato il percorso e dei 29.000 che l'hanno cominciato senza però averlo ancora completato. A dirlo è il Rapporto sull'attività vaccinale 2017, redatto dalla Direzione regionale prevenzione, secondo cui l'adesione alle immunizzazioni ha continuato a crescere sia prima che dopo il decreto.

Ma il tema rimane ancora scottante.

In molti ancora sono i genitori dei minori non in regola per un colloquio informativo e per fissare l'appuntamento per eseguire le vaccinazioni. Il protocollo operativo messo in atto in ottemperanza alla legge nazionale, prevede che ai genitori che non si presentino o che erano già stati invitati in precedenza secondo le modalità previste dalla procedura per la gestione della mancata adesione alle vaccinazioni (DGRV 1935/2016) venga inviata una lettera raccomandata per un ulteriore colloquio e per la contestuale vaccinazione, specificando che in caso di rifiuto saranno avviate le procedure per comminare la sanzione amministrativa-pecuniaria.