In Vaticano la prima mostra d’arte sacra “Via Pulchritudinis”

Autore/i: 

 

 

Il taglio del nastro è fissato per il 3 febbraio 2018 e l’evento sarà inaugurato da un esclusivo concerto all’interno della Cappella Sistina.

Dal 3 al 6 febbraio il sacro si metterà in mostra, nei quattro giorni a lei dedicati tramite le pittura, musica, scultura, architettura e tutte quelle forme di arte attraverso cui la bellezza di Dio viene incontro all’uomo nella città cuore della cristianità.

Alla manifestazione “Pulchritudinis”, saranno principalmente esposte diverse opere straordinarie provenienti dai più importanti musei oltre ai tesori conservati in Vaticano: il bozzetto della Scala Regia di Bernini, il piviale e la mitra delle aperture degli Anni Santi, la statua di Gesù Buon Pastore del III secolo, conservata ai Musei Vaticani.

Inoltre si potrtanno ammirare le opere di, una promessa dell’arte, Alessandro Serra, giovanissimo artista siciliano di Mazara del Vallo, eletto come ultimo pittore che rivela la bibbia.

Prevista udienza con Papa Francesco e la presenza della massima carica del coro della Cappella Sistina, il direttore Massimo Paolombella che eseguirà il meglio del repertorio tratto dall’archivio rinascimentale.

L’arcivescovo Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, ha spiegato che Via Pulchritudinis sarà anche “un percorso di riscoperta del ruolo evangelizzatore della bellezza e dell’arte”, richiamato da Papa Francesco nella “Evagelii Gaudium”.