Altre 200mila persone hanno lasciato il nord di Gaza

Roma, 14 nov. (askanews) – Altre 200.000 persone sono fuggite dal nord di Gaza dal 5 novembre, ha detto martedì l’ufficio umanitario delle Nazioni Unite.

AP riferisce che l’ufficio umanitario, noto come OCHA, afferma che solo un ospedale nel nord della Striscia di Gaza è in grado di ricevere pazienti. Tutti gli altri non sono più in grado di funzionare e servono per lo più come rifugi dai combattimenti.

In tutto, circa 1,5 milioni di palestinesi, più di due terzi della popolazione di Gaza, hanno abbandonato le proprie case. I rifugi gestiti dalle Nazioni Unite nel sud sono gravemente sovraffollati, con una media di un bagno per 160 persone.