Da Aia AeQuilibrium&me: pollo e tacchino affettati in pack monoporzione

Milano, 14 set. (askanews) – Famiglie italiane sempre meno numerose, stili di vita nuovi e una crescente attenzione allo spreco alimentare. Questi tre elementi sono racchiusi nelle nuove confezioni degli affettati di pollo e tacchino aeQuilibrium&me, la linea di prodotti Aia attenta al benessere che ha come novit principale il peso, ideale per un consumo individuale. Ne abbiamo parlato con la nutrizionista Paola Stavolone

“Questa nuova linea di prodotti – ha detto – un perfetto esempio di equilibrio e il suo punto di forza la grammatura: sono 60 grammi una porzione giusta per un singolo consumo in grado di portare il giusto quantitativo di nutrienti in particolar modo di proteine per pasto. Inoltre una linea adatta agli intolleranti al lattosio e al glutine ed un prodotto a basso contenuto calorico quindi ideale per soggetti a regime o che devono condurre una alimentazione controllata ed equilibrata”.

Disponibile nelle tre varianti, petto di tacchino, petto di pollo e mortadella di pollo, la nuova linea amplia il brand aeQuilibrium lanciato nel 2005 per rispondere alle esigenze di un’alimentazione bilanciata, che oggi raggiunge 7 milioni e mezzo di famiglie, con le donne come principali responsabili d’acquisto. Ora in pi questa nuova linea offre il vantaggio di essere gi porzionata, per evitare sprechi o eccessi a tavola. Un aspetto apprezzato da Francesca Piccinini, ex pallavolista e da due anni brand ambassador di aeQuilibrium:

“Ho imparato fin da piccola ad avere un’alimentazione corretta – ha raccontato – anche perch bisogna ascoltare tanto il nostro corpo, cercare di mettere all’interno le cose importanti che servono per l’attivit fisica. Il mio regime alimentare sempre stato equilibrato anche se ogni tanto normale qualche dolce o qualche vizietto ce l’ho ed giusto cos”.

I prodotti AeQuilibrium&Me, realizzati con carne italiana, oltre a essere privi di lattosio e glutine non hanno glutammato aggiunto, un risultato frutto del lavoro della divisione ricerca&sviluppo di Aia, che ha anche studiato una confezione con il 50% di plastica riciclata.