"How to", l'evento a Roma su imprese smart e interconnesse

Roma, 13 set. (askanews) – Semplifica i processi, li rende più efficienti e consente la condivisione di un’infinità di informazioni. Ecco perché la tecnologia è una risorsa chiave per le imprese: infatti, il 58% delle aziende sta investendo in tecnologie blockchain per semplificare l’accesso e la condivisione dei dati, il 38% per garantire trasparenza e informazioni immutabili, il 6% per realizzare processi affidabili attraverso smart contract.

Questi sono solo alcuni dei dati emersi dalla relazione dell’Osservatorio del Politecnico di Milano che, tramite il ricercatore Davide Ghezzi, ha preso parte a Roma all’evento “How to: istruzioni per una impresa connessa”, un appuntamento di divulgazione voluto dal Gruppo Giovani di Confimi Industria e organizzato all’interno della manifestazione Rome Future Week.

Davide Ghezzi, ricercatore per l’Osservatorio Blockchain & Web3 Observatory del Politecnico di Milano, ha dichiarato: “Le aziende stanno continuando a sperimentare la tecnologia blockchain. Le tipologie di applicazione sono molteplici: il mondo ‘internet value’, ovvero l’applicazione di criptovalute, stable coin per transare valore online; il mondo blockchain for business, nel quale i processi aziendali vengono replicati ed efficientati tramite strumenti come smart contract o token; infine, il mondo di centralized web nel quale la blockchain diventa un’infrastruttura tecnologica sulla quale è possibile costruire servizi innovativi”.

Nell’occasione è stato mostrato quanto la tecnologia sia sempre più interconnessa alle opportunità di mercato risultando come un facilitatore e non come usurpatrice di competenze e professionalità. A sviluppare questa tematica è stato Michele Ghibellini, Presidente del Gruppo Giovani di Confimi Industria: “L’IA interviene a supporto dell’essere umano, aumentando le capacità di analisi per individuare il modello probabilistico o la rete neurale migliore per separare, classificare, prevedere. Per questo possiamo dire che le macchine non sostituiscono, ma potenziano l’attività umana, alla quale spetta la responsabilità finale della decisione e dell’attuazione di un comando”.

Nel corso dell’evento sono stati illustrati i casi applicativi di successo della tecnologia blockchain ed, in particolare, è stato mostrato quanto l’assistenza digitale possa essere d’aiuto ai reparti tecnici e commerciali delle imprese.