Patto stabilità, Gentiloni vede positiva disponibilità al compromesso

Roma, 16 set. (askanews) – Sulla riforma del Patto di stabilità e di crescita all’Ecofin informale “ho visto una consapevolezza e un gran lavoro della presenza spagnola”, assieme a “una disponibilità di tutti i paesi a intensificare e ad avere un atteggiamento e una disponibilità al compromesso”. Lo ha riferito il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni a margine dei lavori, che si sono svolti a Santiago de Compostela. “E sono due cose, credo, molto positive”.

“Penso che l’andamento della discussione di questa mattina, sulle nostre regole economiche, sul Patto di stabilità, abbia avuto comunque un esito importante, con volontà di tutti i Paesi, primo, di accelerare e quindi di intensificare molto il lavoro per raggiungere questa intesa e, secondo – ha riferito Gentiloni – con una disponibilità che naturalmente poi va trasformata in decisioni” concrete verso il compromesso.

“Quindi per la Commissione questo è un esito importante, positivo e, dal nostro punto di vista, è chiaro che la proposta che abbiamo fatto è aperta alle modifiche che decideranno gli Stati membri, ma bisogna che se ci sono delle correzioni vadano un po’ in direzione di non cambiare l’equilibrio che c’è nella nostra proposta. In altri termini – ha spiegato – non possiamo modificare in modo che va soltanto in una direzione: è una proposta e deve comunque tenere insieme l’obiettivo della stabilità finanziaria e quello di promuovere investimenti e crescita in un contesto di rallentamento dell’economia”.