Primo ciak a Roma per "Ari-Cassamortari" di Claudio Amendola

Roma, 22 set. (askanews) – Primo ciak a Roma per il film “Ari-Cassamortari”, sequel della commedia “I Cassamortari”, diretto, ancora una volta, da Claudio Amendola. Ricco il cast, tra conferme e new entry: Massimo Ghini, Gian Marco Tognazzi, Lucia Ocone, Alessandro Sperduti e con Silvia D’amico, Caterina Guzzanti, Michele Di Virgilio, Emanuel Casiero e con le partecipazioni di Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, Massimo Dapporto, Antonia Liskova, Edoardo Leo.

Scritto a quattro mani da Mary Stella Brugiati e Alessandro Bosi, il film è prodotto da Isabella Cocuzza e Arturo Paglia in una coproduzione italo-spagnola Paco Cinematografica e Neo Art Producciones .

Dopo l’affaire Arcangelo, i fratelli Pasti, insieme a un’eccentrica sorellastra che non sapevano di avere, si sono fatti un nome come “becchini dei Vip” e sono in lizza per un ambito premio di categoria mai aggiudicato prima, il Vespillone D’oro. Ma la commissione di valutazione scova un gigantesco buco nei libri contabili dell’azienda, che minaccia di escluderli dalla corsa al premio. Ma com’è possibile? La risposta è nella confessione di Matteo Pasti: ha “preso in prestito” ingenti somme dai conti aziendali per mantenere una relazione virtuale con la cam girl di nome Bella Salma. Un nome d’arte che, ben presto, è sulle notizie d’apertura di tutti i telegiornali: la sex worker viene ritrovata morta nella sua villa per un improbabile incidente domestico. Il telefono dei Pasti non tarda a squillare…