Stannah e il futuro: abbattimento delle barriere architettoniche

Milano, 20 nov. (askanews) – Occhi rivolti al 2024 e oltre per Stannah al Global Elevator Exibition di Milano Fiera Rho, dove l’azienda britannica si presentata a clienti, ospiti e visitatori. Per la multinazionale leader globale nella produzione di montascale e servoscala fondata in Inghilterra nel 1867, ai valori di una lunga tradizione ora si aggiunge anche la spinta verso il futuro. L’obiettivo finale di Stannah, infatti, come spiega il Director of Southern Europe, Giovanni Messina, quello di promuovere la cultura della mobilit e migliorare la vita delle persone, fornendo loro soluzioni per l’abbattimento delle barriere architettoniche:

“Il nostro 2023 si chiuder con un risultato molto positivo e le prospettive per il nuovo anno sono altrettanto buone. Ci legato a due fattori: da un lato, l’Italia un Paese in cui si sta alzando l’et media e dunque il bisogno di prodotti per superare le barriere architettoniche diventa sempre pi importante; dall’altro, la detrazione fiscale del 75% in 5 anni con la possibilit di ottenere lo sconto in fattura ha aperto molte opportunit. Permettendo anche alle categorie meno abbienti di poter accedere a questo mercato”.

La gamma dei prodotti Stannah copre esigenze su tutti i livelli. Dalla poltroncina montascale con facilit di installazione e d’uso per l’ambiente domestico, fino alle pedane porta carrozzelle o i mini elevatori per un utilizzo pi collettivo negli ambienti pubblici. Sfide da affrontare con fiducia anche per il Managing Director, Sam Stannah, senza dimenticare l’attenzione all’ambiente e alla sostenibilit:

“Stannah oggi una multinazionale britannica con mercato in pi di 50 Paesi nel mondo. Come ha detto Giovanni, in queste Nazioni comune il trend legato alla Silver Economy, quindi la nostra sfida quella di costruire un business che possa sfruttare questa crescita. Ci proveremo e lo faremo investendo su quattro aspetti: le nostre persone, la nostra cultura, i nostri prodotti innovativi che saranno sul mercato nei prossimi anni e l’espansione della nostra produzione in tutto il mondo, sfruttando le nuove tecnologie. In tutto ci, metteremo al centro la sostenibilit: Stannah sar “net zero” per il 2030 e lo saranno anche tutti i nostri fornitori entro il 2040″.

Una ricetta ideale per continuare nel percorso positivo inaugurato nel corso degli anni e sostenere i bisogni di centinaia di migliaia di persone, in Italia e non solo.