Usa, Harris: "In nessun caso trasferimento forzato dei palestinesi"

Milano, 2 dic. (askanews) – La vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris ha dichiarato che “in nessuna circostanza gli Stati Uniti permetteranno il trasferimento forzato dei palestinesi”, secondo una dichiarazione diffusa dalla Casa Bianca.

Harris ha ribadito che in nessuna circostanza gli Stati Uniti permetteranno il trasferimento forzato di palestinesi da Gaza o dalla Cisgiordania, l’assedio di Gaza o il ridisegnarne i confini.

La dichiarazione arriva nel corso dell’incontro di Harris con il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi a Dubai a margine della Cop28. E continua aggiungendo: “La vicepresidente ha discusso le idee degli Stati Uniti per la pianificazione postbellica a Gaza, compresi gli sforzi per la ricostruzione, la sicurezza e la governance. Ha sottolineato che questi sforzi potranno avere successo solo se saranno perseguiti nel contesto di un chiaro orizzonte politico per il popolo palestinese verso uno Stato proprio guidato da un’Autorità Palestinese rivitalizzata e avranno un sostegno significativo da parte della comunità internazionale e dei paesi della regione”.

Harris “ha chiarito che Hamas non può controllare Gaza, il che è insostenibile per la sicurezza di Israele, il benessere del popolo palestinese e la sicurezza regionale”.